APPROVATA LA PROPOSTA PER METTERE A DISPOSIZIONE DEI CITTADINI SPAZI APERTI E LOCALI COMUNALI

Approvato all’unanimità l’ordine del giorno del M5S per la ricognizione di tutti gli spazi comunali utilizzabili per attività associative, campi estivi e riunioni condominiali

Pescara, 26 maggio 2020 – Approvato ieri (lunedì 25 maggio) in Consiglio Comunale l’ordine del giorno del Movimento 5 Stelle Pescara con il quale l’amministrazione procederà alla ricognizione e alla mappatura di tutti gli spazi, le aree verdi e i locali comunali disponibili per rispondere alle esigenze di tanti cittadini e associazioni, al momento impossibilitati a riunirsi per molte delle proprie attività, in mancanza di spazi adeguati al distanziamento sociale.

 “La nostra proposta nasce dalla necessità di rispondere alle esigenze di tante famiglie che – spiega il capogruppo M5S Pescara Erika Alessandrini – con il riavvio di molte attività lavorative in presenza e con asili nido e scuole d’infanzia che hanno preferito non riaprire, vivono in questa fase il problema di conciliare il lavoro e la cura dei figli. Questa iniziativa potrebbe consentire, quindi, a tutte queste strutture di individuare luoghi adatti all’allestimento di campi estivi per bambini all’interno dei parchi cittadini, e a tutte le realtà associative, culturali e non, di svolgere le proprie attività e iniziative in spazi aperti adeguati”.

“La nostra proposta segue anche le sollecitazioni di una delle categorie al momento più in difficoltà nell’organizzazione del proprio lavoro, come quella degli amministratori condominiali – racconta il vice capogruppo M5S Pescara, e amministratore di condominio, Paolo Sola – categoria che in questa fase soffre di una serie di difficoltà logistiche nelle attività quotidiane. Con l’eco-sismabonus al 110%, previsto dal Decreto Rilancio, sarà presto possibile realizzare molti interventi di riqualificazione del patrimonio immobiliare, ma con l’esigenza ovviamente di intraprendere tutte le riunioni del caso per assumere le delibere necessarie”. 

Difficoltà al momento incontrate dalla quasi totalità dei condomìni e degli amministratori, che non dispongono di sale riunioni o studi professionali adeguati, sia come dimensioni che come caratteristiche. “In tal senso abbiamo anche avviato una interlocuzione con i nostri referenti nazionali – conclude il vice capogruppo M5S Pescara Paolo Sola – affinchè durante i lavori di conversione del decreto legge si porti all’attenzione del Governo la necessità di consentire anche ai condomìni di potersi legittimamente riunire in videoconferenza, con gli stessi effetti di legge di un’assemblea ordinaria, così com’è stato fatto per i lavori dei vari organi ed enti locali (commissioni, consigli comunali, provinciali e regionali)”. 

Con la proposta dei pentastellati, approvata all’unanimità, l’amministrazione potrà inoltre reinvestire questo lavoro di mappatura degli spazi comunali nell’allestimento di una sezione dedicata sul sito del Comune, dove saranno elencate le aree e i locali comunali individuati perché i cittadini possano prenotarne l’utilizzo in base alle proprie necessità.