Categoria: Comunicati pescara

Furti a ripetizione al mercato di via dei Bastioni

IL M5S Pescara: “I commercianti attendono risposte dall’amministrazione Masci”

I consiglieri Lettere e Sola del Movimento 5 Stelle contestano nuovamente la mancata sorveglianza al Mercato causa di continui furti, sollecitando una risposta all’assessore Cremonese

Pescara, 11 febbraio 2020 – I Consiglieri del Movimento 5 Stelle di Pescara tornano all’attacco dell’amministrazione Masci sul mercato di via Dei Bastioni, oggetto di lavori sospesi da mesi per l’abbandono del cantiere da parte dell’impresa affidataria ed oggetto di ben nove furti con scasso negli ultimi due anni. “Dopo l’ennesimo furto con scasso della scorsa settimana,”– dichiara il consigliere comunale M5S Giampiero Lettere “gli operatori sono stati invitati oggi in commissione commercio per palesare la loro delusione e rabbia per questi fatti incresciosi e per la totale impotenza di fronte ad una amministrazione lentissima a dare risposte”. Da tempo sofferente per i tanti posteggi liberi e mai riassegnati per mancanza di iniziativa da parte del Comune nel pubblicare nuovi bandi, il mercato necessita di soluzioni che tardano ad arrivare, compreso un palese stallo della Giunta sulla destinazione d’uso del primo piano, che continua ad essere un patrimonio pubblico inutilizzato.

E proprio dopo l’abbandono della ditta appaltatrice del cantiere al primo piano, i cui lavori sono fermi da mesi, è facile per i malintenzionati accedere alla struttura priva di sorveglianza e sfondare una semplice lastra di cartongesso per entrare nel mercato al piano terra, dove ormai con una certa costanza, rubano merci e soldi recando continui ulteriori danni alla struttura.

“Vogliamo sostenere i tanti commercianti delusi dalle false promesse di chi continua ad ignorare le loro richieste”– prosegue il consigliere Paolo Sola, “ed è ora che si diano risposte con i fatti e ciò significa agire nei confronti della ditta che ha abbandonato i lavori, ripartire immediatamente con il cantiere affidandolo ad altra impresa, utilizzare una sorveglianza notturna e riassegnare i box vuoti”.  Conclude il consigliere Lettere: “L’Assessore Cremonese risponda alle nostre interrogazioni e con il resto della Giunta prenda al più presto una decisione definitiva sulla destinazione del primo piano. Il Mercato di via Bastioni non può continuare così. Questi lavoratori meritano più rispetto e questa struttura mercatale merita di essere utilizzata dai cittadini al meglio delle sue possibilità.”

M5S: CON IL PROGETTO “FACCIAMO ECOSCUOLA”

3 MILIONI A DISPOSIZIONE DELLE SCUOLE D’ITALIA

Pescara, 30 gennaio – “Facciamo EcoScuola è l’iniziativa del MoVimento 5 Stelle che promuove progetti di sostenibilità ambientale all’interno delle scuole di tutta Italia. Con i deputati e senatori del MoVimento 5 Stelle abbiamo messo a disposizione 3 milioni di euro ricavati dalle restituzioni volontarie degli stipendi dei nostri parlamentari, fondi che saranno distribuiti su base regionale, con circa 100 mila euro a disposizione della sola Regione Abruzzo. Entro il 29 febbraio ogni scuola pubblica può presentare il proprio progetto e partecipare alla successiva votazione on line, che determinerà la graduatoria per l’erogazione delle somme disponibili a seconda della tipologia di intervento programmato”. Lo afferma Erika Alessandrini, portavoce del MoVimento 5 Stelle al Comune di Pescara.

Tutte le scuole pubbliche primarie e secondarie di primo e secondo grado di Pescara potranno inviare entro il 29 febbraio il loro progetto orientato a raggiungere uno di questi obiettivi: riduzione dell’impronta ecologica, interventi di messa in sicurezza dei locali scolastici, promozione della mobilità sostenibile, educazione ambientale, rigenerazione degli spazi, organizzazione di giornate per la sostenibilità. Tutti i progetti pervenuti, entro la data fissata, saranno votati dagli iscritti del Movimento 5 Stelle, su base regionale, e dunque finanziati in base alla graduatoria ottenuta fino ad esaurimento delle risorse economiche disponibili e fino ad un massimo di 20.000 euro a progetto. Tutte le informazioni necessarie ai dirigenti scolastici per candidare un progetto riguardante il proprio istituto sono disponibili sul sito “Il Blog delle Stelle” nella sezione “Facciamo EcoScuola” e per eventuali informazioni e/o chiarimenti è possibile inviare una mail all’indirizzo: facciamoscuola@movimento5stelle.it.

“Vogliamo dare il nostro piccolo contributo al miglioramento della qualità della vita e della didattica nei nostri istituti scolastici – proseguono i consiglieri del Comune di Pescara Massimo Di Renzo, Paolo Sola e Giampiero Lettere – e auspichiamo che siano tanti i dirigenti scolastici del territorio pescarese a voler aderire presentando un progetto. Diverse le iniziative che potranno ricevere la donazione: dall’installazione dei pannelli fotovoltaici alla rimozione dell’amianto, dall’orto scolastico all’eliminazione della plastica, dalla piantumazione di alberi alla realizzazione di una rampa per gli alunni con disabilità motoria, solo per fare qualche esempio”.

“E’ una campagna che il MoVimento 5 stelle torna a promuovere con l’obiettivo di dare concretezza ai soldi che deputati e senatori restituiscono ai cittadini e sostenere piccoli ma preziosi interventi utili a garantire la sicurezza, la qualità degli spazi di studio, crescita e formazione e la sensibilizzazione dei nostri ragazzi” conclude il gruppo consiliare del MoVimento 5 Stelle Pescara. 

Per l’amministrazione Masci una scatola vuota ha la priorità sul benessere degli animali

Sul progetto del nuovo canile l’ombra dell’ampliamento della Città della Musica

Pescara, 22 gennaio 2020 – Torna al centro del dibattito in Comune il tema del nuovo canile municipale, di cui si è discusso nella Commissione Politiche Sociali, la cui competenza include anche la tutela del mondo animale. Il Movimento 5 Stelle Pescara torna a scuotere la maggioranza, colpevole secondo i pentastellati di sottovalutare l’urgenza di realizzare la nuova struttura che dovrebbe raccogliere l’eredità di quella attualmente situata in Via Raiale.

“Già nello scorso mese di settembre avevamo presentato una interrogazione in Consiglio Comunale sulla urgenza di realizzare il nuovo canile – dichiara il vice capogruppo M5S Pescara Paolo Sola – e lo scenario che l’assessore Di Nisio ci aveva prospettato (realizzazione della struttura entro il 2019 nella zona di Via Prati) si è andato sgonfiando di lì a qualche settimana, già con l’aggiornamento del DUP (Documento Unico di Programmazione) che rimetteva in discussione l’area di intervento”.

Nella commissione odierna infatti è stata prospettata una soluzione alternativa che riguarderebbe un terreno sul Comune di Montesilvano nell’ambito di un progetto intercomunale, che includerebbe anche un gattile, un cimitero degli animali e un canile sanitario.

“Peccato che questo scenario è ad oggi ancora in una fase totalmente embrionale e dai contorni poco chiari, soprattutto riguardo i fondi necessari e chi sarà ad investirli, gli accordi conseguenti con il Comune di Montesilvano e come sarà organizzata la gestione di una struttura così complessa” – prosegue il capogruppo M5S Pescara Erika Alessandrini.

Il timore forte sollevato dal Movimento 5 Stelle è che i tempi di realizzazione di un progetto così articolato non siano compatibili con l’imminente intervento di ampliamento della Città della Musica, adiacente all’attuale canile in Via Raiale.

“Questa amministrazione ha stravolto la propria idea in merito al canile nel giro di qualche settimana, giocandosi quindi ogni credibilità a riguardo, – prosegue il vice capogruppo M5S Pescara Paolo Sola – “e ora da una parte spinge per iniziare i lavori di ampliamento della Città della Musica entro il 2020, senza dall’altra dare tempi certi per la realizzazione di un progetto che, presentato così, è soltanto fumo negli occhi. Il rischio sarà di dover sfrattare più di 70 cani per far spazio al cantiere che servirà ad ampliare quella che già di per sé è una cattedrale nel deserto”.

Mercato dimenticato dall’amministrazione, l’assessore si svegli dal letargo

Il Movimento 5 Stelle chiede interventi urgenti per il Mercato di Via dei Bastioni

Pescara, 17 GENNAIO 2020 – I Consiglieri del Movimento 5 Stelle di Pescara si sono recati al mercato di via Dei Bastioni, la storica struttura di Porta Nuova, da tempo sofferente per i troppi posteggi rimasti vuoti e mai riassegnati dopo i lavori di sanificazione igienico-sanitaria e di riqualificazione del piano terra. “Dopo gli ultimi interventi urgenti della scorsa estate per le prescrizioni richieste dai NAS e di riqualificazione, che hanno riguardato il solo piano terra”– dichiara il Consigliere Comunale M5S Giampiero Lettere – “tutto è fermo per il livello superiore e il locale polivalente al primo piano”.

“E’ ora che l’amministrazione prenda coscienza di quale destinazione dare a quei locali, e che intervenga a ridistribuire gli spazi commerciali, – prosegue il Vice Capogruppo M5S Paolo Sola – “è inaccettabile che la struttura mercatale più antica di Pescara, e dalle enormi potenzialità, continui ad essere così trascurata da chi dovrebbe invece renderla il cuore pulsante del quartiere e farne un vanto per l’intera città”.

“Dalla mancanza di indicazioni stradali per raggiungerlo, e della pubblicità sulla sua riapertura, al totale disinteresse rispetto al possibile coinvolgimento negli eventi cittadini, è molta la strada ancora da fare ed è ora che questa amministrazione cominci a percorrerla. Quanto visto nel sopralluogo di oggi merita un doveroso approfondimento circa le vere intenzioni dell’amministrazione Masci” – prosegue il Consigliere M5S Giampiero Lettere. “Annunciamo sin da adesso una interrogazione in Consiglio Comunale circa le azioni, i tempi e le risorse economiche che il centrodestra intende investire sulla struttura. L’assessore si svegli dal letargo invernale e dia finalmente ascolto agli operatori”.

PESCARA: GIOCATTOLI IN MOVIMENTO, UN’EPIFANIA ALL’INSEGNA DELLA SOLIDARIETÀ E DEL RIUSO

Numerosi i cittadini accorsi alla raccolta di giocattoli e libri usati organizzata dal MoVimento 5 Stelle nel giorno dell’epifania. Soddisfazione dei consiglieri pentastellati.

Pescara, 06 Gennaio 2020 – Anche quest’anno Pescara ha risposto con entusiasmo all’evento “Giocattoli in MoVimento”. Sono stati infatti numerosi i cittadini che nel giorno dell’epifania hanno partecipato alla raccolta di giocattoli e libri usati da destinare ai bambini meno fortunati organizzata a livello nazionale dal MoVimento 5 Stelle. Le famiglie pescaresi e i loro piccoli hanno deciso di donare un sorriso a chi non può passare le festività con le proprie famiglie.

“È stata una bella giornata all’insegna della condivisione e della solidarietà. Ringraziamo tutti i cittadini che sono intervenuti e della partecipazione dei tanti bambini che hanno voluto donare e scambiare i loro giochi per destinarli ai loro coetanei in questo giorno di festa. Ricordiamo che tutti i giocattoli raccolti nell’iniziativa dello scorso anno – commentano i Consiglieri M5S Pescara Erika Alessandrini, Paolo Sola, Giampiero Lettere e Massimo Di Renzo – sono stati consegnati alla casa famiglia “Esperanza” di Montesilvano e siamo già in contatto con altre strutture che operano sul territorio per proseguire in quest’iniziativa solidale”. 

“Queste giornate sottolineano come la cittadinanza sia sempre in prima fila quando si parla di aiutare i più bisognosi – proseguono i Consiglieri Alessandrini, Sola, Lettere e Di Renzo – è stata anche un’occasione per sensibilizzare i più piccoli e introdurli a temi quali l’importanza del riuso, del riciclo, della condivisione e della solidarietà”.

INIZIATIVA NAZIONALE “GIOCATTOLI IN MOVIMENTO”

Anche quest’anno Pescara è tra le 100 piazze che ospiteranno l’iniziativa nazionale “Giocattoli in MoVimento”, organizzata dai portavoce del Movimento 5 Stelle.

Come ogni anno torna nel giorno dell’Epifania l’iniziativa “Giocattoli in MoVimento”, già apprezzata da grandi e piccini negli anni scorsi, con l’intento di permettere a tantissimi bambini di socializzare e di comprendere l’importanza del riuso, del riciclo, della sostenibilità ambientale e della condivisione, ma anche di donare un sorriso a chi è meno fortunato.Tutti i bambini potranno scambiare giocattoli o libri usati in buono stato nel gazebo che allestiremo il 6 gennaio in Corso Umberto” – commentano i Consiglieri M5S Pescara Erika Alessandrini, Paolo Sola, Giampiero Lettere e Massimo Di Renzo – “ogni bambino potrà portare due o più giocattoli per riceverne uno in cambio così da poterci permettere la raccolta di un piccolo patrimonio da donare a bimbi meno fortunati, che si trovano in case-famiglia e ospedali. Lo scorso anno tutti i giochi raccolti sono stati consegnati ai piccoli ospiti della casa famiglia “Esperanza” di Montesilvano”.Aspettiamo tutti i pescaresi e i cittadini dei centri limitrofi, perché la Nuova Pescara la vogliamo realizzare a partire dalla solidarietà e dalla voglia di stare insieme. Pensiamo al presente dei nostri bambini per avere un futuro migliore per tutti!” concludono i i Consiglieri M5S Pescara Erika Alessandrini, Paolo Sola, Giampiero Lettere e Massimo Di Renzo.L’appuntamento a Pescara è per lunedì 6 Gennaio 2019, dalle ore 10:00 alle ore 19:00 presso il gazebo allestito in Corso Umberto angolo Via Regina Margherita. Ogni regalo donato diventerà un regalo nuovo ricevuto, come piccola lezione di educazione al riutilizzo, alla solidarietà e alla condivisione.

VOTO CONTRARIO DEL M5S SUL BILANCIO

LE PROMESSE ELETTORALI DI MASCI SI SONO RIVELATE UN BLUFF

Con i propri emendamenti il M5S Pescara ha garantito più fondi ed impegni per il sociale, per la disabilità e per la grande opera dell’abbattimento del Ferro di Cavallo.

Pescara, 30 dicembre 2019 – Approvato oggi in Consiglio Comunale il Bilancio di Previsione per il prossimo triennio 2020-2022. Come preannunciato, il Movimento 5 Stelle ha presentato emendamenti volti ad ottenere fondi e tempi certi per azioni strategiche e prioritarie, in attuazione degli impegni inseriti nel programma elettorale presentato ai cittadini alle elezioni dello scorso maggio. 

«Smascherato il grande bluff elettorale del sindaco Masci. Come M5S abbiamo lavorato per migliorare, ove possibile, un bilancio povero di iniziative e visioni future, presentato da un centrodestra che già dopo pochi mesi è costretto a fare marcia indietro rispetto alle tante promesse elettorali del sindaco. Come previsto, davanti alla realtà, Masci non ha più potuto nascondersi dietro le sue fantomatiche dichiarazioni elettorali, licenziando un documento poco più che tecnico, senza alcuno slancio per il futuro» commentano i consiglieri del M5S Pescara Erika Alessandrini, Paolo Sola, Giampiero Lettere e Massimo Di Renzo. «In questa sede abbiamo portato avanti un confronto chiaro ed estremamente propositivo che ha garantito l’inserimento di nuovi servizi per i cittadini e il finanziamento di interventi che attendono da anni di essere portati avanti, come l’epocale e rivoluzionario abbattimento del corpo centrale del ferro di Cavallo a Rancitelli, ma non abbiamo potuto evitare il nostro voto contrario ad un bilancio così tanto privo di spessore, lungimiranza  e di qualsiasi slancio per il futuro».

Il Movimento 5 Stelle, attraverso i propri emendamenti, ha ottenuto stanziamenti importanti nel campo del sociale e dei servizi al cittadinofondi per la redazione del Piano per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA), con l’affidamento della sua stesura ad un professionista qualificato entro fine gennaio, per dotare finalmente la nostra città di un Piano obbligatorio dal 1997 e che ancora non esiste. E, sempre in tema di disabilità, traduzione in simultanea e in diretta streaming dei Consigli comunali in Lingua Italiana dei Segni (LIS) per garantire la partecipazione di tutti i cittadini alla vita politica, in affiancamento alla creazione di uno sportello dedicato alla comunità delle persone sorde per il libero accesso ad ogni servizio comunale. In più un’attenzione ai dipendenti comunali non udenti, cui oggi, a differenza degli altri, è negata la possibilità di partecipare a corsi di formazione e di aggiornamento e quindi un possibile avanzamento di carriera. E poi ancora fondi a disposizione per la creazione di corsi di digitalizzazione ed alfabetizzazione digitale per la terza età. Un contributo concreto a sostegno delle strutture che si occupano della tutela del mondo animale, con un intervento migliorativo della convenzione per la gestione del canile comunaleGratuità dell’accesso alle strutture museali comunali per gli aderenti ad AVIS, FIDAS, AIDO, ADMO, ADISCO, ADOCES, ovvero per i volontari donatori di sangue, midollo, tessuti e cellule come riconoscimento cittadino all’impegno e all’attività svolta all’interno di queste associazioni. Rilascio dei certificati anagrafici nelle edicole cittadine, un intervento a sostegno di queste attività che si trovano ad attraversare un momento di crisi e per offrire un servizio in più ai nostri cittadini.

Il Movimento 5 Stelle ha fatto mettere a disposizione fondi per la lotta all’inquinamento e sul verde urbano:

verrà finanziata la redazione di un Piano Regolatore del Verde Urbano che abbia la stessa valenza del Piano Regolatore Generale, uno strumento capace di garantire una gestione adeguata e sostenibile del verde dal punto di vista ecologico, economico, sociale e culturale, insieme ad incentivi per la sostituzione delle caldaie condominiali a gasolio, nell’ottica di una riduzione dell’inquinamento ambientale e del rischio per la salute. 

Nell’ambito delle manutenzioni e della messa in sicurezza il M5S ha puntato l’attenzione sul Museo del Mare e sulla non più procrastinabile necessità di interventi di manutenzione straordinaria per garantire finalmente l’apertura al pubblico di questa importante struttura cittadina. Stanziamenti e tempi certi finalmente per “la grande opera” delle periferie: l’abbattimento del corpo centrale del Ferro di Cavallo in via Tavo e per il recupero e il successivo affidamento in gestione del limitrofo Parco dell’Infanzia. Interventi per la messa in sicurezza delle rampe di accesso all’asse attrezzato, per scongiurare il ripetersi di incidenti legati agli ingressi in contromano.

E per concludere azioni mirate a garantire la partecipazione attiva della cittadinanza alle fasi decisionali della politica locale: la redazione del nuovo “regolamento della partecipazione”, per consentire ai cittadini di intervenire concretamente nei processi decisionali sui temi del bilancio, sui lavori pubblici, sulla cultura o sul sociale. E, per il prossimo bilancio comunale, l’impegno di sindaco e giunta  a renderlo finalmente partecipato e condiviso con la città. 

M5S PESCARA SUL BILANCIO DI PREVISIONE

Periferie, disabilità, sociale, ambiente e partecipazione.
Il M5S Pescara porta avanti le sue battaglie in sede di approvazione del bilancio

Pescara, 19 dicembre 2019 – Si è aperta oggi in aula la discussione sul Documento Unico di Programmazione per il prossimo triennio 2020-2022, delibera che precede il Bilancio di Previsione. Come preannunciato in questi giorni, il Movimento 5 Stelle ha presentato circa 300 emendamenti volti ad ottenere fondi e tempi certi per l’attuazione di misure a sostegno delle periferie, della disabilità, del sociale, dell’ambiente e della partecipazione, portando avanti con decisione i temi del proprio programma elettorale.Per le periferie: stanziamenti e tempi certi per l’abbattimento del corpo centrale del Ferro di Cavallo in via Tavo, come già proposto in aula poche settimane fa. E sempre nell’ottica della riqualificazione in ambito periferico, abbiamo chiesto fondi certi per il Parco dell’Infanzia, sempre in via Tavo, perché possa tornare ad avere strutture funzionanti ed un affidamento in gestione ad un’associazione cittadina che lo mantenga in vita, per ricostituire quel senso di comunità che deve essere garantito nelle periferie e da troppo tempo si è perso in quel quartiere.Per la disabilità: fondi per la redazione del Piano per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche (Peba), ricerca e affidamento della sua stesura ad un professionista qualificato entro fine gennaio, per dotare finalmente la nostra città di un Piano obbligatorio dal 1997 e che nessuno, né destra né sinistra, si è mai preso la briga di realizzare. Una priorità da sempre per il Movimento 5 Stelle che, puntualmente, anno dopo anno, continua a puntare un faro sulla necessità della sua redazione. E, sempre in tema di disabilità, per garantire la partecipazione di tutti i cittadini alla vita politica, il M5s chiede la traduzione in simultanea e in diretta streaming dei Consigli comunali in Lingua Italiana dei Segni, in affiancamento alla creazione di uno sportello LIS dedicato alla comunità delle persone sorde per garantire il loro libero accesso ad ogni servizio comunale. In più un’attenzione ai dipendenti comunali non udenti, cui oggi, a differenza degli altri, è negata la possibilità di partecipare a corsi di formazione e di aggiornamento e quindi un possibile avanzamento di carriera.
Per l’ambiente e il sociale: redazione di un Piano Regolatore del Verde Urbano che abbia la stessa valenza del Piano Regolatore Generale, uno strumento capace di garantire una gestione adeguata e sostenibile del verde urbano dal punto di vista ecologico, economico, sociale e culturale. Riapertura del vivaio comunale chiuso qualche anno fa e sostituzione degli alberi ammalorati in diverse vie della città. Un maggiore contributo e sostegno concreto al lavoro delle strutture che si occupano della tutela del mondo animale.
Per la partecipazione attiva alle fasi decisionali della politica locale, il M5S chiede la redazione del nuovo “regolamento della partecipazione”, che consenta ai cittadini di intervenire concretamente nei processi decisionali, sui temi del bilancio, dell’urbanistica, della cultura e quant’altro.  Interventi per la messa in sicurezza delle rampe di accesso all’asse attrezzato, per scongiurare il ripetersi di incidenti legati agli ingressi in contromano. 
“Ci impegniamo a portare avanti le azioni fondanti del nostro programma elettorale garantendo i finanziamenti necessari a realizzarle” – dichiara il gruppo consiliare M5S Pescara – “e stiamo lavorando per ottenere stanziamenti importanti per i cittadini pescaresi lì dove ci sono maggiori carenze e necessità di intervento”.

TRE DONNE ABRUZZESI ELETTE NEL TEAM DEL FUTURO DEL M5S

Come membro del Team Affari Esteri e Politiche Europee la capogruppo Erika Alessandrini, come membro del Team Istruzione Cultura e Ricerca la deputata Daniela Torto, al coordinamento e affari interni del Team del Futuro l’ex consigliera comunale Enrica Sabatini.

Pescara, 16 dicembre – Sei facilitatori organizzativi nazionali e dodici team suddivisi per aree tematiche e coordinati da altrettanti facilitatori supporteranno da oggi l’attività del Capo Politico del MoVimento 5 Stelle, per coltivare e far crescere idee e progetti sul territorio assieme ai responsabili di funzione.

Dodici le aree tematiche: ambiente ed energia, economia, giustizia e affari istituzionali, imprese, agricoltura e pesca, lavoro e famiglia, sanità, innovazione, istruzione ricerca e cultura, sicurezza e difesa, trasporti e infrastrutture, esteri e unione europea. Da giovedì 12 dicembre a sabato 14 dicembre gli iscritti del MoVimento 5 Stelle hanno votato sulla piattaforma Rousseau i team candidati nelle dodici aree tematiche con i loro progetti e hanno approvato i nominativi dei facilitatori nazionali delle sei aree organizzative proposti dal capo politico.

Le donne abruzzesi elette nel Team del Futuro

La presentazione ufficiale del nuovo Team del Futuro ieri sera al Tempio di Adriano di Roma. Tra gli eletti tre donne abruzzesi: come membro del Team Affari Esteri e Politiche Europee la capogruppo M5S al Comune di Pescara Erika Alessandrini, come membro del Team Istruzione Cultura e Ricerca la deputata Daniela Torto, tra i facilitatori organizzativi nazionali all’importante ruolo del coordinamento e affari interni del Team del Futuro l’ex consigliera comunale Enrica Sabatini.

Una grande soddisfazione poter intraprendere questo percorso di riorganizzazione e di lavoro sui territori che, a livello nazionale e nei vari settori tematici, permetterà anche all’Abruzzo di mettere a sistema il contributo dei cittadini con quello dei loro portavoce a tutti i livelli – ha dichiarato la deputata M5S Daniela Torto eletta come membro del Team Istruzione Cultura e Ricerca guidato dal facilitatore Dino Giarrusso – Sarà questo l’inizio di un processo di condivisione di progetti, idee e soluzioni a disposizione di tutti coloro che non si limitano alle critiche, ma che si adoperano in prima persona a lavorare per il bene dei nostri territori e del MoVimento 5 Stelle. Insieme ad Enrica ed Erika, sarà possibile continuare a rinsaldare il rapporto con la cittadinanza, sempre più attiva e disponibile al confronto e alla partecipazione. Sono molto fiduciosa e il nostro lavoro con attivisti e simpatizzanti sta già dando i suoi frutti. La concretezza del fare bene è il nostro massimo obiettivo in questa fase“.

Quello del M5S è un nuovo modello politico che agisce creando rete e aprendo la partecipazione dei cittadini ai processi decisionali. La creazione dei Team del Futuro prosegue su questa strada iniziata 10 anni fa e continua a dimostrare la nostra costante attitudine all’evoluzione. Un onore per me poter essere parte attiva di questo cambiamento come una tra i 12 portavoce comunali in Italia eletti nei Team del Futuro, continuando tra l’altro a collaborare attivamente con Enrica Sabatini, compagna di numerose battaglie in Comune, ed oggi eletta come facilitatore nazionale al Coordinamento e agli Affari Interni, a cui vanno i miei più sentiti complimenti.” ha sottolineato la capogruppo M5S al Comune di Pescara Erika Alessandrini, eletta come membro del Team Affari Esteri e Politiche Europee. “Con il Team del Futuro Affari esteri e politiche europee, guidato dal facilitatore Iolanda Di Stasio ci occuperemo di Europa e fondi. Un’Europa nella quale l’economia sia al servizio delle persone e non viceversa, un’Unione di città e di comunità nella quale sostenere e implementare i programmi su ricerca e innovazione, efficienza energetica, prevenzione dei rischi idrogeologici, accesso al mercato del lavoro, lotta alla povertà. Vogliamo creare una rete di conoscenze e di saperi per entrare da protagonisti nella programmazione europea nella quale siamo ridotti a spettatori di una partita giocata altrove e nella quale non riusciamo nemmeno a intercettare e investire sul territorio i fondi che ci vengono assegnati. Vogliamo che la politica, la classe dirigente, le imprese facciano squadra con il territorio, mettendo in campo quelle progettualità necessarie a competere con le realtà più avanzate del vecchio continente portando nelle nostre periferie, nelle aziende, nella pubblica amministrazione esperienze e energie, anche economiche, necessarie a sostenere una vera politica dell’innovazione e del futuro. Ora più che mai abbiamo bisogno di partecipazione attiva dei cittadini, di una reale e concreta politica di coesione e integrazione tra i popoli dell’Unione e tra i cittadini di uno stesso Stato.  Sensibilizzeremo attivisti, simpatizzanti, associazioni e persone sugli effetti, più diretti di quanto si creda, della politica europea sulle nostre vite, sull’importanza della sostenibilità ambientale divenuta fondamentale per il futuro delle prossime generazioni, ma anche per la sicurezza del nostro presente. Questa riorganizzazione non è un punto di arrivo ma un punto di partenza. Sarà una grande sfida per il Movimento 5 Stelle e non vediamo l’ora di metterci al lavoro, per essere sempre più vicini alle esigenze dei cittadini”.

Il M5S detta la linea sulle periferie. Maggioranza in panne sul mercato di Piazza Muzii.

Votata all’unanimità la proposta del M5S di istituire un ufficio speciale per le periferie. Per il mercato di Piazza Muzii continua lo stillicidio per gli assegnatari del secondo piano.

Pescara, 9 DICEMBRE 2019 – Presentate questa mattina in Consiglio Comunale due mozioni del Movimento 5 Stelle, la prima sul tema delle periferie e la seconda sul problema dello stallo nell’assegnazione dei box nel mercato di Piazza Muzii. La prima è stata approvata con il voto unanime dell’aula, raccogliendo quindi il consenso di tutte le parti politiche dopo i ripetuti tentativi con cui il Movimento 5 Stelle aveva già fatto emergere il tema, con un ordine del giorno presentato nel primo Consiglio Comunale del luglio scorso, e con i propri emendamenti all’aggiornamento del Documento Unico di Programmazione.

Il Movimento 5 Stelle ha sempre detto che per fronteggiare i fenomeni complessi di degrado delle periferie è necessaria l’azione coordinata di tutte le Istituzioni, per avviare sia azioni di breve periodo per la sicurezza urbana, sia attività di pianificazione e programmazione a carattere urbanistico e sociale. – dichiarano i Consiglieri M5S Pescara Erika Alessandrini e Massimo Di Renzo –  Grazie alla nostra mozione a Pescara verrà iniziato un percorso che porterà finalmente all’istituzione di un ufficio speciale per le periferie che possa affrontare la riqualificazione dei quartieri dimenticati della nostra cittàOggi registriamo con soddisfazione che se continuiamo ad insistere, le nostre proposte vengono finalmente capite e recepite.

La seconda mozione, invece, aveva ad oggetto la procedura di effettiva consegna dei box al secondo piano del mercato di Piazza Muzii per i partecipanti al bando del 2010 che attendono una risposta da 9 anni. Mozione che non ha superato la votazione in aula, vedendo il voto contrario da parte della maggioranza.

E’ stato comunque un voto “travagliato” per il centrodestra, che evidentemente nasconde un malcelato nervosismo sul tema, con una parte della coalizione di maggioranza che contraddice il proprio assessore (Alfredo Cremonese, ndr) che chiedeva al Movimento 5 Stelle di ritirare la mozione – proseguono i Consiglieri M5S Paolo Sola e Giampiero Lettere – “e dall’altra ha dato modo di ascoltare interventi volti comunque a rimandare una decisione a riguardo, chiedendo altro tempo per elaborare una strategia in merito. Posizione grottesca, se pensiamo che artigiani ed esercenti sono in attesa di una conclusione dell’avviso pubblico dal 2010, quando l’amministrazione era già di centrodestra. Il voto contrario è sintomatico quindi di una mancanza di visione e progettualità su quel mercato, e dimostra l’incapacità di dare risposta a chi è ancora in attesa dell’assegnazione dei box, dopo aver fatto investimenti e acquistato forniture”.