Prima del Movimento 5 Stelle

Grazie all’impulso dato da Beppe Grillo nel 2006 nasce a Pescara uno dei primi meetup italiani, gruppi di cittadini che vogliono seguire attivamente le problematiche locali. Privi inizialmente di una vera linea politica o di un ideale da seguire, creano il substarto su cui nascerà, qualche anno dopo, il Movimento 5 Stelle. A furia di parlare delle problematiche più disparate, all’interno del territorio di riferimento, i meetup subiscono nel tempo una naturale trasformazione e danno origine a liste civiche che si presentano alle elezioni amministrative. Queste liste civiche agiscono rispondendo agli ideali della democrazia diretta e sotto la supervisione di Beppe Grillo, la cui funzione era anche quella di fare da cassa di risonanza al progetto. Ognuna di queste liste aveva la propria autonomia locale seguendo un unico manifesto, molto snello, in cui i punti principali erano tre:

TRASPARENZA

MANDATO VINCOLATO

PARTECIPAZIONE

Questi tre punti dovevano portare ad una vera rivoluzione in quanto si andava a stravolgere il concetto di cosa pubblica, di rappresentanti all’interno delle istituzioni e la stessa gestione delle istituzioni a favore del cittadino. Il modello su cui nasceva questa idea era quello Svizzero dove la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica e’ molto sentita.

In questo quadro generale nasce Pescara in Comune by Amici di Beppe Grillo che si presenta alle elezioni del 2008 ottenendo 1,7% dei voti. A causa della caduta della giunta D’Alfonso si torna a votare l’anno dopo ottenendo 1,2% dei voti. Anche se purtroppo in nessuno dei due casi vengono eletti rappresentanti nelle istituzioni le idee rivoluzionarie di questo movimento di cittadini iniziano pian piano a diffondersi.

In tutta Italia le liste aumentavano molto velocemente ed è a quel punto che Beppe Grillo rompe gli indugi e decide di prendere in mano la situazione perché capisce che c’era bisogno che tutto questo fermento venisse gestito in un unico movimento politico superando pian piano l’esperienza dei meetup. Il 4 ottore 2009, Beppe Grillo al Teatro Smeraldo di Milano annuncia la nascita del Movimento 5 Stelle.

Nasce il Movimento 5 Stelle Pescara

A Pescara nel 2011 vecchi e nuovi attivisti si raccolgono intorno alle idee ed ai programmi di Beppe Grillo e pian piano il gruppo riprende forza fino al punto da far nascere dalle sue costole i gruppi di Montesilvano e Spoltore che si presentano alle amministrative del 2012 eleggendo i primi consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle in Abruzzo (Manuel Anelli e Carlo Spatola Mayo). Il gruppo degli attivisti di Pescara diventa sempre più consistente e inizia a farsi notare soprattutto per battaglie legate alla tutela del territorio come ad esempio quelle legate ad una raccolta firme contro la costruzione di un inceneritore, ad Ombrina e al Piano Regolatore Portuale.

Si entra nelle istituzioni

L’anno dopo è il turno delle politiche del 2013 e dell’esplosione del Movimento 5 Stelle che fa eleggere i primi suoi primi deputati. Tra questi i pescaresi Gianluca Vacca e Andrea Colletti

Nel 2014 si torna nuovamente a votare, nello stesso giorno, per Comunali, Regionali ed Europee. A Pescara vengono eletti i 3 consiglieri comunali Enrica Sabatini, Erika Alessandrini e Massimiliano Di Pillo. Vengono eletti anche 5 consiglieri regionali tra cui Domenico Pettinari, sostenuto dal gruppo degli attivisti di Pescara, che durante il suo mandato si è sempre occupato della difesa degli ultimi dedicandosi soprattutto ai problemi delle periferie e della sanità.

In comune le battaglie portate avanti nei 5 anni di una consiliatura caratterizzata da una opposizione dura e puntuale iniziata con la battaglia per evitare il predissesto di Pescara e terminata con lo stop al progetto di “svendita” ai privati dell’area di risulta passando attraverso lo stop a Pescaraporto, l’approvazione del PEBA, l’istituzione del garante della disabilità.

Questi anni sono stati anche caratterizzati da grandi eventi come le 2 edizione del Five Festival e dal Villaggio Rousseau dove Luigi Di Maio ha presentato in anteprima il programma per le elezioni del 2018 che ci ha portato al governo del paese. In Parlamento vengono eletti nei collegi di Pescara Primo Di Nicola, Andrea Colletti, Daniela Torto e Gianluca Vacca che diventa Sottosegretario nel Governo Conte.

Nel 2019 si torna alle urne sia in Regione che in Comune. Per la città di Pescara vengono eletti i consiglieri regionali Domenico Pettinari e Barbara Stella mentre i nuovi consiglieri comunali sono Erika Alessandrini, Paolo Sola, Giampiero Lettere e Massimo Di Renzo