Opere Pubbliche

OPERE PUBBLICHE

Il Comune di Pescara ha subito nel corso degli anni processi di trasformazione, che hanno visto mutare in maniera più o meno incisiva alcuni quartieri della città. Purtroppo le aree urbane che subiscono questi cambiamenti sono quasi sempre le stesse, concentrandosi spesso nelle aree centrali della città, perdendo di vista quelle periferiche. La naturale conclusione di questo modus operandi è la totale assenza di una visione che possa realmente migliorare e cambiare la nostra città attraverso la realizzazione di opere pubbliche. E’ per questa ragione che il Movimento 5 stelle del capoluogo pescarese ha deciso di suddividere gli interventi necessari non per categoria, bensì per quartiere, cercando di individuare le aree strategiche sulle quali intervenire, provando ad immaginare e plasmare quella che sarà Pescara tra venti o trent’anni, facendo emergere quella che deve essere, attraverso la definizione delle opere, l’idea di una città organica.

Risulta, quindi, necessario attuare delle scelte che non possano prescindere da una scala di priorità che vada a definire le scelte da operare sul territorio. E mai come in questo caso l’unica possibilità operativa è quella della partecipazione, vessillo da sempre motore e al tempo stesso legge morale del Movimento 5 stelle, che ha visto proprio Pescara protagonista nelle vicende legate all’area di risulta.

Sono proprio gli incontri con la cittadinanza ad aver portato a delineare (con l’esatta individuazione delle relative fonti di finanziamento) alcuni tra gli interventi che seguono:

    • Rancitelli: riqualificazione del “ferro di cavallo” e realizzazione del parco fluviale; 
    • Fontanelle: compimento della strada di collegamento uscita SS.16 bis – aeroporto all’omonimo quartiere; 
    • Portanuova: riqualificazione zona universitaria (viale Pindaro, Caserma Cocco, corridoio verde), casa dello studente e parco con struttura pubblica nell’area denominata ex Cofa;
    • Zanni: creazione del parco nord con cittadella dello sport;
    • Colli: realizzazione della casa delle donne (ex Filanda);
    • Centro: riqualificazione dell’area di risulta e dell’ex Fea.